cover_preview

eBook in Italiano su DFP Small Business: 10 Copie in Omaggio

Operativi con DFP Small Business in una ora è il primo mattone di un progetto più ampio che ho intenzione di coltivare per  il futuro e che poggerà sui seguenti punti;

  • pubblicazione di guide tecniche su strumenti e strategie che ogni publisher online non può ignorare
  • comunicazione semplice ed efficace, tesa a rendere operativo il blogger sulla problematica trattata, e non alla dissertazione dell’argomento in se
  • istruzioni e argomenti trattati con illustrazioni e screenshots
  • gli eBook saranno in formato PDF (al momento) senza DRM o protezioni di sorta, al fine di permetterne l’utilizzo su tutti i propri dispositivi senza limitazioni

Il prezzo è di 7,90 euro ma ho 10 copie in regalo per chi farà la recensione. Se sei interessato metti un ditino qui sotto indicando l’indirizzo del blog dove vuoi recensirlo.

Perchè gli eBook

Da tempo mi interrogavo su come condividere l’esperienza professionale che ho accumulato nel campo del publishing online, con gli amici che mi seguono ormai da anni, tramite un canale di comunicazione differente dal solito blog, e ritengo che gli eBook autoprodotti siano un eccellente soluzione.

Per scelta non inserirò alcuna protezione o alcun DRM. Ovviamente gli eBook non possono essere copiati, condivisi o ripubblicati ma proprio per l’esperienza accumulata in questi anni ritengo che costrizioni o limitazioni di vario genere su ciò  che si acquista sia qualcosa che alla lunga possa penalizzare.

Sto valutando l’idea di pubblicare anche in formato di ePub (per iTunes store o Kindle) ma ancora non mi è ben chiaro il livello di usabilità di guide tecniche illustrate con formati di questo tipo (ed i primi test in tal senso non mi hanno entusiasmato).

Affiliazione per guadagnare sul tuo blog

Potrai vendere le mie guide in formato ePub sul tuo blog e guadagnare il 50% sulle vendite già da questo primo eBook.

La piattaforma di affiliazione è Bit Trade ed inserire il codice HTML sul proprio blog è semplicissimo;

  1. Apri un account gratuito su Bit Trade o loggati con Facebook
  2. Accedi all’elenco delle pubblicazioni (al momento una) e preleva il codice HTML di fianco all’eBook che vuoi rivendere
Verrai pagato tramite Paypal.

 

709

Mettersi in Proprio, Come Funziona all’Estero: Uno Sguardo in Brasile

Non ho mai compreso il senso di un sistema fiscale soppressivo nei confronti di chi decide di aprire una attività qui in Italia,  specie nel caso di giovani armati solo di capacità e buone speranze che invece di essere considerati una risorsa fanno la fine della carne da macello o dei delfini che finiscono nelle scatolette di tonno dalle pinne gialle.

E la mia perplessità aumenta vedendo quanti ottimi professionisti (giovani e meno giovani) brancolano nella nostra rete, professionisti che ho conosciuto/sfiorato/seguito e che hanno le carte in regola per fare grandi cose.

Mi sono andato a controllare come vengono trattati i microimprenditori in un paese che conosco abbastanza bene e che è oramai tra le prime cinque potenze economiche mondiali: il Brasile.

Ed ho scoperto qualcosa che mi ha entusiasmato e nello stesso tempo amareggiato.

Mettersi in proprio: le opportunità in Brasile

Il governo federale Brasiliano ha rivisto da qualche anno la figura professionale del micro-imprenditore individuale (l’equivalente della nostra partita IVA personale), al fine di far emergere i lavoratori che operano in nero e incoraggiare giovani e meno giovani a lanciarsi.

Costi

Ecco quanto costa aprire l’equivalente della nostra partita IVA individuale in brasile.

  • Apertura attività: del tutto gratuita
  • ISS (le nostre tasse provinciali): valore simbolico di 5R$ al mese
  • ICMS (la nostra IVA): valore simbolico di 1R$ al mese
  • INSS (la nostra INPS): forfait di 27,25R$ al mese, più una tantum iniziale di 59,95 R$
  • Tasse su fatturato: zero (si si, hai capito bene)
  • Bilancio annuo: gratuito il primo anno

 Come ci si avvia e come si opera;

La gestione è estremamente semplificata, tanto da poter essere esercitata in proprio senza l’ausilio di un commercialista;

  • Modalità di apertura: online tramite l’apposito sito
  • Imposte simboliche mensili e previdenza: si paga in banca utilizzando i carnet mensili generati online ogni anno
  • Contabilità: non richiesta. Basta registrare online ogni 20 del mese entrate e uscite del mese precedente

Limitazioni

  • Non si possono avere altre attività o partecipazioni ad altre società
  • Massimo un dipendente, retribuito con minimo salariale
  • Fatturato massimo; R$ 36.000,00 annui (stanno per essere aumentati a R$ 100.000,00)

Facciamo un paragone con l’Italia

Starai sicuramente convertendo gli importi in euro per avere una idea in euro dei costi e delle entrate, ma non lo fare.

Il potere di acquisto di Euro e Real Brasiliano sono gli stessi, il che equivale a dire che guadagnare un euro in Italia equivale più o meno a guadagnare un Real in Brasile.

Quindi, se in Italia esistesse l’opportunità del microimprenditore individuale, vorrebbe dire che;

  • Un giovane potrebbe aprire una attività senza costi, a parte i circa 60 euro di avvio dell’INPS
  • Mensilmente pagherebbe una tariffa a forfait di 34 euro comprendente tasse, IVA e previdenza
  • Non ha bisogno di contabilità, fa tutto online
  • Potrebbe fatturare sino a 3.000,00 euro al mese con questo regime fiscale (10.000,00 con i nuovi massimali)
  • Potrebbe assumere un dipendente (ma solo uno)

La gerontocrazia sociopatica italiana

I più ingenui/bastian-contrari/polemici a questo punto penseranno; Si, come no! Voglio vedere se tutti aprono sta ditta senza pagare INPS o tasse il paese poi come si regge.

Se sei tra questi te lo spiego subito; hanno tentato di ideare un meccanismo che incoraggi l’impresa abbattendo il rischio di indebitamento in avvio, al contrario rischio altissimo qui da noi, e che dia la possibilità  ai più capaci di svilupparsi  successivamente in imprese vere e proprie con regime fiscale regolare, creando a loro volta valore e opportunitò per il loro paese.

Il punto è questo: li ci hanno pensato a creare una opportunità per i loro figli, qui da noi no.

Sembra al contrario che si faccia a gara ad anticipare da data di autoestinzione del nostro paese continuando ad ignorare il valore nascosto nel sottobosco del lavoro e continuanto a bastonare pensonati, malati, extracomunitari, studenti, giovani ecc. I più deboli in pratica.

La cosa più che indignarmi mi provoca rabbia, perchè penso che sia una opera consapevole.

Che ne pensi?

Per farti ulteriormente del male puoi leggere;