947

Come Proteggere la tua Privacy su Facebook: Scarica l’eBook Gratuito

Suppongo tu già sappia che dal momenti in cui pubblichi una foto su Facebook questa diventa di loro proprietà, e quindi possono usarla come meglio credono. Se ancora non lo sapevi ora lo sai.

Altro problema è dato dai meccanismi di propagazione delle informazioni, che se da un lato ti aiuta a trovare gli amici dall’altro non ti permette di controllare in maniera affidabile chi può vedere cosa. Ne ho parlato in: Come Funziona Facebook E Perchè Ti Fa Ritrovare I Vecchi Amici.

Tornando al problema della privacy: la quantità di applicazioni che è possibile utilizzare in Facebook unita ad una interfaccia utente non esattamente immediata rende alquanto arduo controllare esattamente cosa può e non e può essere fatto con le informazioni che inserisci in rete.

MakeUseOf ha rilasciato un eccellente eBook gratuito in formato PDF scritto da Angela Alcorn di Netsavoir intitolato The (Very) Unofficial Privacy Guide - La guida (non ufficiale) alla privacy su Facebook.

Costituisce una eccellente risorsa per capire come si propagano le informazioni su Facebook e quali impostazioni vanno configurate per controllare al meglio la diffusione di quello che pubblichiamo.

Ti riassumo qualche punto trattato nella guida che certamente ti farà drizzare le antenne;

  • Come fare in modo che un messaggio scritto per i tuoi amici non venga letto da colleghi di lavoro  (!!)
  • Capire esattamente che succede quando pubblichi materiale su Facebook
  • Come verificare se sei geo-localizzabile
  • Come fare in modo che Google non indicizzi le tue pagine
  • Come fare in modo che utenti sgraditi non visualizzino la tua pagina
  • Eliminare tutto da Facebook se proprio non ne puoi più.

La guida non è ufficiale ed è del tutto gratuita, ed è stata pubblicata anche su Scribd, quindi puoi leggerla anche qui. Buona lettura :)

946

iPad vs Galaxy Tab: Confronto tra i Tablet di Apple e Samsung

Sono da poco un fiero possessore di iPad e lo sto apprezzando in particolar modo come dispositivo di produttività mobile: garantisce una operatività mobile del tutto simile a quella possibile sino a ieri con una postazione fissa o un laptop.

E’ però già sul mercato  il competitor diretto, Samsung Galaxy Tab, con un prezzo analogo a quello di iPad. Chi ha un budget da investire per un tablet sarà in preda a mille dubbi: meglio l’iPad o il Galaxy Tab?

Ho trovato un post, Apple iPad or Samsung Galaxy Tab: Which tablet to take?, che mi è servito da ispirazione per confrontarli dal punto di vista dell’usabilità e della praticità :)

Schermo

Schermi pad

Il Galaxy tab ha uno schermo di 7” contro i 10” dell’iPad. La dimensione ridotta lo rende più … portatile (entra in una tasca, l’iPad no).

Il fatto però di avere uno schermo minore ne inficia in qualche modo il livello di usabilità. Sul 10” di iPad infatti posso navigare in modalità “pc” con tutte le funzionalità di navigazione presenti in un monitor normale. Su uno schermo di 7” forse avrei più problemi a visualizzare e gestire tutte le opzioni di un pannelo di controllo WordPress ad esempio, viste le dimensioni ridotte.

Dimensioni e peso

Galaxy tab

Lo schermo ridotto aiuta il Galaxy Tab ad essere più… portatile.. Pesa 380g contro 680g del concorrente Apple.

Riguardo le dimensioni iPad misura 19 x 25 cm, leggermente meno di un foglio di carta A4. Galaxy misura 19 x12 cm. Particamente tascabile.

Durata della batteria

Durata

Questo è fondamentale per un dispositivo mobile: iPad è in grado di eseguire un video per 10 ore di seguito (forse non arriva proprio a 10 ma a 9 ore e mezzo si… credimi), mentre il Galaxy Tab si ferma a 7 ore.

Videocamera

Videocamera

iPad non è dotato di camera video mentre il tablet Samsung ne ha due: una sul retro di 3,2 megapixel e l’altra frontale di 1,3 megapixel per chiamate video.

Memoria

iPad sfoggia miseri 256 Kb di RAM contro il doppio di Galaxy Tab. Il perchè della scelta di Apple di dotare iPad di metà della RAM disponibile su un semplice  iPhone mi risulta incomprensibile.

La capacità di memorizzazione è uguale (16 e 32 GB) ma il Galaxy supporta espansioni di memoria tramite Micro SD.

OS e App

iPad monta un iOS 3.2.2 ed a Novembre sarà disponibile iOS4 con multitasking e altre novità.   Galaxy Tab monta  Android 2.2 (Froyo) ma  alla fine di quest’anno sarà pronta Gingerbread, una versione progettata per il tablet Samsung.

Discorso a parte merita il mercato delle App: sino a questo momente nessuno è riuscito ad eguagliare il livello di disponibilità di software e terze parti disponibile nell’App Store, anche se Android Market sembra abbastanza fiorente.

GPS e mappe

Entrambi sono dotati di GPS e di mappe. Il tablet Samsung permette in più la navigazione in modalità Street View.

Prezzo e disponibilità

Per dare una idea;

iPad è ormai già da tempo sul mercato mentre il Samsung Galaxy Tab disponibile da pochissimo ed è già presente sul catalogo di Mediaworld.

Conclusioni

In un dispositivo mobile quello che considero prioritario è il livello di produttività in mobilità, ovvero poter lavorare esattamente come se fossi su una postazione di lavoro tradizionale.

Con iPad posso fare in mobilità ciò che non era possibile sino ad ora con qualsiasli altro dispositivo mobile, e cioè;

Sebbene l’hardware del Galaxy sembrerebbe più dopato devo dire che la differenza da questo punto di vista è tutta nello schermo: 10” di iPad contro i 7” del Galaxy. Come postazione di lavoro mobile forse 7” sono pochini, ma come tablet potrebbero andar bene.

926

iPad: Prezzi e Comparazione Costi dei Piani Dati 3G

Sono due settimane che smanetto sull’ iPad e devi dire che ne sono rimasto abbastanza colpito. Anche TIM ha lanciato l’offerta dati per iPad aggiungendosi a Vodafone e Tre, ecco quindi una comparazione dei prezzi dell’ iPad e delle offerte dati 3G per iPad  per rimanere connessi ad Internet tramite operatore mobile.

Prezzi per l’acquisto dell’ iPad

iPad

L’iPad è disponibile in tre versioni differenti per quanto riguarda lo spazio su disco (16Gb, 32 Gb e 64 Gb)  e due versioni differenti per ciò che riguarda la connettività (wi-fi, e wi-fi + 3G). Ovviamente per poter utilizzare una connessione mobile è necessario disporre del modello 3G, in quanto la versione wi-fi non dispone dell’alloggiamento della SIM.

Altra avvertenza: le SIM per iPad hanno un formato speciale e vengono chiamate Micro-sim. Ecco i prezzi ufficiali dell’ iPad al momento;

 

  Wifi Wifi + 3G
16 GB 499 € 599 €
32 GB 599 € 699 €
64 GB 699 € 799 €

 

Prezzi dei piani dati per iPad di Vodafone, Tre e Tim

Questi sono i piani 3G  previsti per iPad nel nostro paese (ricordo che è disponibile un modello con la sola connettività wifi);

  Piano 3g Traffico Canone Traffico extra VoIP
Vodafone_logo

Internet facile sempre 500 Mb/giorno 30 15 € mese Gratis (a 64 kbps) No
Internet facile day 500 Mb/giorno 2 € giorno Gratis (a 64 kbps) No
Logo_tre
Super Internet 3 Gb/mese 5 € 2 euro/100 mb 600 minuti
Tim
Internet 3Gb 5Gb per iPad 3 Gb/mese
5 Gb/mese
19 € - Si

La differenza tra il piano Internet facile sempre e Internet facile day è la seguente; con il primo la tariffa è mensile, col secondo si pagano i due euro giornalieri solo quando ci si collega mentre Tre conferma l’ottimo piano Super Internet già attivo per i dispositivi già in circolazione come l’INQ.

Da notare;

  • Tim ha eliminato l’offerta di 9 euro  al mese con traffico di 1 Gb ed ha portato da 3 a 5 Gb mensili il traffico disponibilie con l’offerta da 19 euro
  • Traffico extra gratis da Vodafone possibilità di navigazione senza un piano dedicato
  • Ancora niente VoIP da Vodafone
  • Niente di nuovo da Tre 
  • Il costo decisamente esorbitante del piano TIM con 3 GB a disposizione per 19 €

Vodafone tenta di contrappore all’offerta Tre  un traffico oltre soglia gratuito ma a 64kbps. Vista però l’abitudine di Vodafone di applicare allegramente il Networking Cap (il taglio della banda a propria discrezione) è lecito prevedere velocità oltre-soglia ben inferiori ai 64kbs dichiarati… ma non vorrei fare sempre il solito disfattista, attendiamo le prime testimonianze.

Altra novità; il piano dati iPad di Vodafone non è obbligatorio e volendo si può navigare a consumo. Riguardo il VoIP Vodafone continua a non sopportarlo (ricordo che nel lontano 2007 fu il primo operatore assieme ad Orange a disabilitare la funzionalità VoIP del mitico N95), anche se trovo problemativo usare il VoIP con iPad. Dopo il telefonino arriva il  telefonone?

Francamente non so perchè l’offerta TIM sia così cara. Viene pubblicizzata come esente da vincoli contrattuali ma penso che il costo sia un pò eccessivo comunque.

Ultima cosa: attenzione allo slot. L’iPad accetta le mini-Usim e non le schedine USIM normali.

Confronto con gli altri paesi

Più che tra Italia ed estero le differenze sono evidenti tra Europa e USA.

In Europa il VoIP non lo sopporta quasi nessun operatore (ricordo che Orange fu il primo operatore europeo a far sparire l’icona VoIP dal mitico N95) ed i prezzi più o meno sono quelli. Anzi, Tre in Italia sembra offrire un piano più conveniente rispetto a quelli offerti in Germania, UK, Francia ecc.

Se guardiamo agli USA si va in depressione rapida e irreversibile: AT&T offre una flat a circa 23 € al mese (30$), con l’uso degli hotspot AT&T gratuito. Aspettiamo TIM e vediamo se porta novità… ma ne dubito.

Se stai pensando di acquistare un iPad inoltre ti consigli di leggere questa ottima recensione di Antonio Tombolini; iPad /4: iPad adesso ce l’ho, e vi dico che…. Ti allego qualche stralcio significativo;

..Diciamo subito una cosa: non può assolutamente sostituire il netbook…
..La resa di immagini e video è quanto di più sexy ci sia in circolazione…
..Non so bene come dirlo senza apparire esagerato, ma insomma, è così: leggere una pagina di testo è letteralmente impossibile

Data di prima pubblicazione: 13 Maggio 2010
Revisioni: 23 Agosto 2010
, 13 Ottobre 2010

945

Video, App e Internet Sulla Tua Televisione: Arriva Google TV!

Google TV sta arrivando, e penso sarà una rivoluzione.

Si tratta di una piattaforma TV basata su Android che distribuirà contenuti video in streaming su qualsiasi televisione. Il sistema viene fornito con il browser Chrome preinstallato ed supporterà Flash.

Google tv

E come ce la metto Google Tv nel mio televisiore?

Sarà;

  • Integrata direttamente nella TV. Ovviamente saranno TV di nuova generazione
  • Integrata in lettori blue-ray
  • Disponibile in hardware dedicati distribuiti da Logitech e collegabili a qualsiasi TV

E come si usa?

Canali

Sulla tua TV sarà disponibile il browser Chrome con il Flash player per usufruire dei contenuti multimediali esattamente come fai col tuo PC,  ma la vera rivoluzione non sarà questa.

Google TV infatti è basata su Android, ciò vuol dire che la tua TV diventerà come un gigantesco iPhone: potrai scaricare tutte le App disponibili che senza dubbio non esiteranno a fioccare con il passar del tempo.

Apps

Queste saranno preinstallate e già disponibili;

  1. Netflix
  2. Twitter
  3. CNBC
  4. Pandora
  5. Napster
  6. NBA Game Time
  7. Amazon Video On Demand
  8. Gallery

A questo punto ogni sviluppatore potrà creare la propria App e metterla a disposizione nell’Android Market: vuol dire avere potenzialmente la possibilità di entrare nelle case di chiunque col i tuoi contenuti!

Il sistema di controllo

Telecomando Google TV

Altro particolare semplice ma geniale; per controllare il sistema basterà un telefonino Android o un iPhone. L’app giusta li trasformerà in veri e propri controllo avanzati per fare ciò che vuoi seduto comodamente in poltrona usandp persino la voce.

La rivoluzione

Di aggeggi che portano la webtv sul televisore ne abbiamo visti ormai parecchi, dal TV Surf al misterioso Cubo di Telecom, ma la vera forza di Google TV è nelle App, perchè chiunque potrà produrre  contenuti e distribuirl tramite il mercato di Android.

Eccoti una ghiotta anteprima, aspettando Google Tv che arriverà nel 2011 :)

Fonti;
Google Starts Google TV Promotional Push – Webtv wire
Google TV Home

944

VoIP Radar: E’ Partito il Nuovo Blog di Ikaro sulla Telefonia Via Internet

VoIP Radar  è uno spin-off di Ikaro nel quale confluiranno tutti i nuovi articoli sul VoIP ed è inoltre il primo di una serie di blog monotematici che verranno aperti nel corso del tempo per dar vita ad un network di blog caratterizzati dalla specificità degli argomenti e dalla qualità delle informazioni.

VoIP

Il blog viene gestito con l’aiuto di un giovane professionista che opera in ambito VoIP e che ha già scritto alcuni guest post su Ikaro: Andrea Zorzetto.

Su Voip Radar pubblicheremo tutte le notizie sui nuovo software, le nuove tariffe e le novità per telefonare via internet.Le news sono organizzate in;

  • Notizie
  • Consigli e Guide
  • Recensioni

Nell’area download troverai inoltre le schede riepilogative di tutti i principali programmi VoIP in circolazione. Basta consultarle per verificarne le caratteristiche principali e scaricarle tramite il link apposito, oppure visualizzare una pagina di riferimento nel caso di software per cellulari.

Puoi seguire VoIP Radar in diversi modi;

Mi raccomando, seguici! :)