849

Aggiornamento WordPress: Unable To Locate WordPress Directory, Come Risolvere

Il problema capita sovente anche aggiornando i plugin, nel qual caso il messaggio diventa: Unable to locate WordPress Plugin directory. Ci ho perso diverso tempo anche io prima di identificare la soluzione che voglio condividere.

La nuova funzionalità  integrata di aggiornamento di WordPress presente dalla versione 2.7 ti chiede un account FTP tramite il quale scaricare le nuove releases, a differenza del plugin WordPress Automatic Upgrade che lavorava in maniera trasparente.

Wordpress upgrade

Affinche l’upgrade vada a buon fine l’account FTP utilizzato per l’aggiornamento deve accedere dopo la connessione alla cartella di installazione di WP, perchè è lì che si trova il file wp-config.php contenente le info per la connessione al DB tramite il quale ottenere tutte le informazioni necessarie all’upgrade.

Se la home base dir (la cartella di accesso) dell’FTP user che inserisci per l’aggiornamento è diversa dalla cartella di installazione WP può succedere che;

  • WP non ha i privilegi di scrittura, e quindi non può scaricare e salvare i files di upgrade
  • pur avendoli non trova wp-config.php e quindi non potendosi collegare al DB non è in grado di risalire alla cartella di installazione di WP

In entrambi i casi il messaggio sarà lo stesso:Unable to locate WordPress directory.

Come risolvere il problema

  1. Se puoi creare utenti FTP autonomamente
    creati un account assegnandogli come ‘home dir’ il percorso assoluto sul server della cartella di installazione di WordPress e usa questo account per gli upgrades
  2. Se non puoi farlo
    chiedi al tuo provider di farlo

Esistono  sporadici casi in cui il problema ha una causa differente. In tal caso leggiti  WordPress automatic updates problems che suggerisce qualche soluzione, anche se al 99% il problema riguarda proprio la home directory dell’account FTP usato per l’aggiornamento.

 

848

Alice Phibra: Banda Larga Su Fibra Ottica A 50Mbps

Alice sta sperimentando Phibra, internet su banda larga a 50mbps.

La sperimentazione, udite udite, è del tutto gratuita sino al 2010 nelle abitazioni già raggiunte dalla fibra ottica di Telecom nella zona di Milano, e riservata a coloro che già sono clienti.

Phibra

La velocità senza dubbio è spaventosa e fa impallidire anche Fastweb. La formula della sperimentazione consente di provare il servizo assolutamente senza costi sino al 31 Marzo 2010.

Qualora l’interessato abbia già una ADSL Alice il canone viene congelato sino allo scadere della prova gratuita, al termine della quale vengono comunicati i prezzi dell’offerta che l’utente può accettare, oppure rifiutare tornando al vecchio servizio.

I servizi integrati in Phibra sono;

  • IP TV ad alta definizioe su più apparecchi
  • ben 3Mbps in upload per condividere grandi files velocemente
  • chiamate illimitate verso tutti i fissi nazionali
  • chiamate gratuite verso un operatore mobile a scelta

Per partecipare  alla sperimentazione gratuita puoi chiamare il numero verde 800.187.800 anche se Quintarelli ha verificato che alcuni operatori probabilmente non avranno la minima idea di cosa tu stia parlando (!!).

Leggendo anche  Alice Phibra, larga banda su stretta scala sul The New Blog Times si capisce che la fibra non arriva direttamente in casa, ma sino alla centrale di zona (FTTC,Fiber-to-the-cabinet) che è poi collegata agli appartamenti tramite doppino di rame. Ma non capita sovente che le linee ad alta velocità vengano riqualificate perchè i doppini sono vecchi, usurati e malfunzionanti?

In ogni caso la sperimentazione è gratuita per cui basta chiamare il numero verde per aderire sperando che l’operatore che ti risponde conosca il sevizio in questione.

847

Ecco Il Nuovo Micro-blogging Tutto Italiano: Parlaa

Mancano pochi giorni al lancio della beta di Parlaa, una nuova piattaforma di microblogging tutta italiana sviluppata dallo staff di Coolstreaming ed ecco qualche schermata in anteprima.

parlaa

Mi sono intrufolato in anteprima grazie al CEO Pierluigi Mele ed ho curiosato un pò. Sostanzialmente la timeline è a cascata, molto simile a quella di Twitter ma con queste differenze:

  • i media vengono integrati nel messaggio on-the-fly, per cui se posti un link a un video su Youtube o ad una immagine vengono visualizzati
  • esistono tre timeline: una per i messaggi di testo, una per i video ed un’altra per i link in generale
  • supporta funzionalità social quali la gestione degli amici
  • i messaggi sono commentabili

Screenshots

timeline
La timeline tripla con l’embed automatico di foto e video

User
Il pannello di controllo degli utenti

Social
Social e blog ove è possibile integrare il widget della propria timeline

Carina anche la visualizzazione GPS degli utenti su Googlemap, che li traccia in base alla città inserita in fase di registrazione. Ecco un video dimostrativo;

La beta sarà pubblica e solo in un secondo tempo saranno disponibili l’applicazione Facebook e le API per gli sviluppatori. Anche gli aggiornamenti dello status via sms sono in cantiere.

Stay tuned! :)

846

Numeri Telefonici VoIP Da Associare A Skype Gratuitamente: Ring2Skype

Queste sono le caratteristiche dei numeri VoIP;

Ring2Skype

 

  • Il servizio è gratuito
  • E’ possibile avere più numeri telefonici sullo stesso account Skype
  • Sono disponibili le numerazioni telefoniche di 30 paesi
  • I numeri italiani sono disponibili solo con i prefissi di Roma (06)  e Torino (011)

Se ti chiedi perchè mai dovresti associare un numero a Skype il motivo è semplice; se hai Skype sul telefonino (come l’INQ1 ad esempio) sei sempre reperibile anche per chi non usa il PC. Inoltre non è importante dove ti trovi: se hai un numero di Roma ma ti trovi in Alaska chi ti chiama farà una telefonata urbana.

Le numerazioni sono abbastanza lunghe in quanto  viene usato il meccanismo dei centralini con gli interni per ottimizzare le utenze: dopo il numero vero e proprio infatti ne troverai un altro a 3 cifre che costituisce il tuo interno.

Lo staff assicura che il servizio rimarrà gratuito anche in futuro, per lo meno nelle intenzioni.

Da quello che mi sembra di capire il modello di business è incentrato sul servizio commerciale collegato chiamato JetNumbers ed accessibile dal pannello di controllo degli utenti.

JetNumbers

JetNumbers infatti è a pagamento e permette di collegare alla propria numerazione fissa o mobile il numero telefonico di un altro paese in maniera da farsi chiamare dall’estero al costo di una urbana,  e senza computer di mezzo. E qui si che le numerazioni italiane ci sono quasi tutte.

Comunque, come si dice… a caval donato… :)

845

Backup E Ripristino Di WordPress: Un Metodo Veloce

Quando si aggiorna WordPress alla versione più recente o si personalizza il codice è sempre bene fare un backup  al fine di poter eseguire un ripristino in caso di problemi.

Backup
Image credit: Kirsty Pargeter

Nel caso di un aggiornamento è lo stesso WordPress che provvede a generare i files che serviranno per ripristinare la situazione iniziale, ma questo è possibile solo tramite il pannello di controllo. E’ sempre bene avere un backup ripristinabile indipendentemente dal pannello di controllo.

Ti mostro come è possibile eseguire una copia esatta e compressa della cartella di installazione di WP in pochissimi istanti su Linux, ripristinabile in pochissimo tempo. Prima di procedere accertati di disporre di:

  • un hosting Linux (le istruzioni si riferiscono a questo sistema)
  • un accesso in linea di comando (shell) al tuo spazio web
  • credenziali di accesso via shell (username e password, che possono differire da quelle ftp o di Worpress)
  • percorso sul server della cartella contenente le pagine web (web root)

Una volta ottenuti procedi in questo modo;

  1. Scarica Putty ed installalo se non hai ancora un client SSH
  2. Aprilo e collegati al tuo spazio digitando il nome di dominio e selezionando la porta d’accesso (in genere la 22)

    Putty

  3. Inserisci username e password forniti dal tuo provider

    Login

Creare una copia della cartella di installazione di WordPress

Useremo il programma di compressione tar, presente in tutti i sistemi Linux. Digita il comando seguente seguito dal tasto enter;

tar -cvf backup-wp.tar /path/to/webroot

sostituendo  /path/to/webroot con il percorso sul server della tua cartella di installazione di WP, e backup-wp.tar con il nome che vuoi dare alla copia compressa della cartella (sempre seguita da .tar). Questo file conterrà l’immagine compressa della tua cartella WordPress, con la struttura delle sottocartelle e dei privilegi inalterati.

Ripristinare il backup

Basterà collegarsi nuovamente in linea di comando, e digitare questo comando;

tar -xvf backup-wp.tar

La cartella verrà "ricostruita" tale e quale a com’era nel momento del backup, compreso il pannello di controllo.

Attenzione: questa procedure esegue una copia dei soli files di sistema e non del database WP. Per copiare anche il DB indipendentemente dal pannello di controllo segui queste istruzioni.

844

Come Aumentare I Subscribers RSS Includendo I Followers Di FriendFeed

Se non sai di cosa parliamo ecco come funziona Feedburner e come funziona FriendFeed.

In poche parole tutti i tuoi followers di FriendFeed verranno contati come subscribers del feed RSS a patto che tu abbia incluso come servizio il feed del tuo blog. Se recentemente hai notato un aumento dei tuoi iscritti probabilmente dipende da questo. Se no, ed hai intenzione di includerli, devi aggiungere il feed del tuo blog in questo modo;

  1. Entra nella tua pagina FriendFeed
  2. Clicca su Impostazioni
  3. Clicca su Servizi: Aggiungi / Modifica
  4. Nella tabella a destra clicca sulla voce Blog
  5. Inserisci l’indirizzo internet e clicca su Importa

A questo punto anche il feed del tuo blog sarà condiviso e unificato con gli altri, ed i tuoi followers verranno accorpati al numero dei subscribers di Feedburner.

Ecco un diagramma a torta di Feedburner che mostra i nuovi entrati;

Feedburner including friendfeed

843

iPhone 3GS: Prezzi Assurdi Da Vodafone e Tim

E’ finalmente in vendita il nuovo iPhone 3GS in esclusiva presso Vodafone e TIM. I prezzi sono a dir poco esorbitanti.

iPhone 3gs

Vendita con piano ricaricabile

In vendita con la SIM dell’operatore ma unlocked;

  •  iPhone 3GS – 16 Gb
    • Vodafone:  619,00 €
    • Tim:  619, 00 €
  • iPhone 3GS – 32 Gb
    • Vodafone: 719,00 €
    • Tim: 719,00 €

Stessi prezzi di nuovo… Una scottatura è arrivata anche da chi si aspettava un ribasso del modello 3G, ribasso che non c’è stato affatto:

  • iPhone 3G – 8 Gb
    • Vodafone: 499,00 €
    • TIM: 499,00 €
  • iPhone 3g – 16 Gb
    • Vodafone:  569,00 €
    • TIM: 569,00 €

Ma toh! Di nuovo uguali.

Le differenze tra il nuovo modello e quello precedente sono le seguenti;

  • Fotocamera a 3 megapixel
  • editing  video
  • GPS
  • HSDPA a 7,2mbps
  • bussola (!?)
  • copia e incolla

Su Blogmagazine trovi un ottimo articolo che ne illustra le caratteristiche.

A mio avviso il più grande errore è stato quello di non abbassare i prezzi del 3G deludendo i late adopters, ovvero coloro che aspettano un pò prima di acquistare diavolerie tecnologiche (come il sottoscritto). Inoltre la politica dei prezzi è alquanto rischiosa visto e considerato che è possibile acquistare un INQ con 3 Gb di traffico per 10€ al mese, che è già in commercio Android su HTC e che tra poco arriva il Nokia N97.

Per quanto riguarda l’acquisto con abbonamento  Vodafone propone la versione a 16Gb per 69,00€ e quella a 32 per 129,00 € se acquistate con piano biennale a partire da 150,00€ al mese. Altre info qui.

Tim annuncia Tuttocompreso 2.0 a partire da 69€ al mese, ma nella pagina ufficiale dell’offerta non è affatto chiaro quali siano le caratteristiche del piano.

Che dire, qualsiasi considerazione andrebbe basata sul prezzo di vendita dell’iPhone in USA: 199$ (circa 140 €) per il 3GS e 99$ (circa 70 euro) per il vecchio 3G. A te le conclusioni.

adsense

AdSense: Finalmente Possibile Aumentare La Dimensione Degli Annunci

Già da febbraio scorso Google ha dato la possibilità di modificare il carattere degli annunci contestuali AdSense.

Ora è possibile finalmente modificare anche la dimensione del font, possibilità questa sino ad ora riservata ad utenti premium.

La nuova opzione agisce sull’intero account e solo sulle pagine Latin-code, quindi compreso l’italiano ma è tuttavia possibile impostare in override dimensioni differenti sulle singole unit ads.

A differenza degli utenti premium, che hanno accesso alla formattazione CSS delgi annunci, gli utenti normali potranno scegliere tra:

  • Default AdSense font
  • Small
  • Medium
  • Large

Trovi questa  impostazione in Account Personale > Impostazioni Account > Preferenze Visualizzazione Annunci

Adsense font size

E via a sperimentare :)

841

Article Marketing: Come Risolvere Il Problema Di Pubblicità E Spam Nei Processi Di Convalida

L’inserimento di soli 20 o 30 articoli al giorno può determinare una enorme difficoltà nella valutazione e nella gestione cronologica degli articoli postati.

Basta prendere una pausa di 10 gg infatti ed ecco 300 articoli da convalidare o cancellare in modalità LILO (Last In Last Out). Un approccio cronologico alla convalida manuale di contenuti UGC può determinare la fine di un progetto nel quale non sono previsti filtri di natura sociale in quanto;

  • comporta stress
  • rallenta la scoperta e la pubblicazione dei contenuti rilevanti
  • aumenta la perdita di tempo ed il dispendio di energie

Ho smesso di moderare gli articoli per un paio di mesi al fine di poter fare qualche riflessione lontano da stress, e come sempre accade in questi casi mi è apparso chiaro un approccio più furbo ed efficace: trasferire la rilevanza dai contenuti agli utenti.

Attraverso questa correlazione nel DB:

relazione db

Il nuovo approccio l’ho messo in pratica in questo modo:

  1. Creazione rank di 5 livelli collegato agli autori;
    • Spammer
    • Advertiser
    • Normal
    • Writer
    • Killer Writer
  2. Assegnazione rank all’autore on-the-fly  nel momento in cui corrego un suo articolo

    User rating
  3. La coda degli articoli in attesa si riordina in tempo reale  dopo che assegno un rank ad ogni autore
  4. In questo modo i contenuti  postati dagli autori migliori  vengono a galla, quelli peggiori vanno in fondo alla coda di pubblicazione

Questo grafico mostra la maggior efficacia dell’approccio basato sul rank utente piuttosto che su quello del singolo contenuto da convalidare. Gli articoli migliori salgono automaticamente in cima alla coda di cpnvalida permettendo di pubblicare in poco tempo gli inserimenti migliori (blu e celeste) che non sono più sepolti da spam e pubblicità.

validation process

Grafico prodotto con LovelyChart.

Grazie inoltre alla correlazione Rank -> Utente -> Contenuto diventa possibile gestire in massa tutti i contenuti marchiati come spam o probabile pubblicità al fine di visualizzarne i titoli per discernere eventualmente qualche post interessante o eliminarli tutti con un click senza pietà.

Grouping

Ebbene si, ho ancora più di 600 art da moderare ed autori da vagliare, ma piano piano i migliori post salgono a galla come… gli gnocchi quando son cotti (metafora 1.0).

Questo approccio ovviamente nasce dal presupposto che la qualità di tutti i contenuti generati da un singolo utente sia più o meno equivalente, ed in genere è così. Ed ovviamente riguarda esclusivamente il filtro di convalida iniziale degli articoli che vengono postati in un portale di article marketing, che è regolato da dinamiche differenti rispetto a quelle dei servizi di social news, nei quali il filtro a priori è ridotto al minimo ed i criteri di rilevanza sono determinati dalle dinamiche sociali.

840

Come Scoprire Utenti Interessanti Su Twitter

Twitter è un sistema di microblogging abbastanza popolare anche in Italia, usato per comunicare con i nostri fan tramite messaggi non più grandi di 140 caratteri, e permette a nostra volta di seguire persone che riteniamo interessanti.

In realtà twitter offre il meglio se viene utilizzato al di fuori del proprio giro di followers e di amici.

Chiudi gli occhi ed immagina di poter ascoltare tutte le conversazioni che stanno avendo in tutto il mondo. Immagina ancora di poter filtrare queste conversazioni per ascoltare solo quelle che riguardano gli argomenti di tuo interesse, e di poter entrare in contatto istantaneamente con gli autori delle stesse.

Questo è già possibile grazie a molti strumenti che semplificano la funzionalità di twitter tracking, grazie alla quale possiamo estendere la portata di twitter al di la di una semplice conversazione chiusa tra noi ed i nostri contatti.

Twitterfall

Twitterfall

E’ un ottimo strumento di tracking che serve a monitorare tutte le conversazioni che ruotano attorno a determinati argomenti, argomenti che possiamo identificare attraverso opportune keywords.

Il sistema filtra tutte le conversazioni e ti mostrerà a cascata i twits che contengono tali chiavi dandoti modo di verificare on-the-fly le informazioni sull’autore quali numero di followers, update, paese di provenienza ed altro.

La vera potenzialità del sistema consiste nel fatto che puoi contattare queste persone, diventare loro follower, partecipare alle loro conversazioni ed utilizzare i loro twit col tuo account (per un ReTwit o altro).

Twitterfall in particolare presenta anche una lista dei trend più vivaci del momento, ovvero le keywords più calde su cui ruota la maggior parte delle conversazioni nel mondo in quel momento. I trend potrebbero costituire un ottimo strumento per incrementare il proprio numero di followers; basta infatti twittare utilizzando la chiave che identifica quei trends per rendersi visibili ad un enorme platea di utenti.

Per aumentare la tracciabilità dei tuoi twits puoi anche usare appositi token, ovvero keywords precedute dal carattere “#”, piazzate al di fuori della frase con il solo scopo di rendere quest’ultima più facilmente filtrabile e rilevante, in questo modo

#css #layout #wordpress Searching for a new theme for my WP blog

E’ efficace ma genera molto rumore. Una buona soluzione potrebbe essere quella di usare le tag come parole della frase, in questo modo:

Searching for a #css based #layout for my #wordpress #blog

Il vero problema di queste tecniche è costituito dalla pericolosa facilità con cui possono derivare in mere operazioni di twitter-spam, alle quali twitter ha recentemente dichiarato guerra palesando l’intenzione di bannare gli utenti che utilizzano indistintamente il re-follow come tecnica per non rischiar di perdere ogni nuovo follower (come dire, visto che mi segui ti seguo a mia volta anche se non mi interessa, giusto per garantirmi  un follower in più).

Se le operazioni di twitter tracking servono per aumentare la quantità di contatti altri strumenti aiutano a filtrare la qualità degli stessi; si tratta di MrTweet, uno strumento veramente interessante che si prefigge lo scopo di individuare per tuo conto i contatti più prossimi all’interno del tuo network che sono rilevanti per i tuoi interessi.

Chiudi di nuovo gli occhi ed immagina qualcuno che conosca perfettamente la competenza dei tuoi contatti e dei loro amici. Immagina che possa suggerirti con quali persone dovresti entrare in contatto per condividere conoscenza e potenzialmente creare un rapporto proficuo di natura professionale e anche solo personale.

MrTweet

Mr Tweet

Anche questo esiste: è un servizio creato da Ming Yeow Ng e Yu-Shan Fung, fondatori di Discover.io, una interessantissima startup che si prefigge lo scopo di studiare e mettere in pratica sistemi per bucare il rumore di fondo del web 2.0 e raggiungere elementi rilevanti (contenuti, persone, strumenti)  nascosti dietro di esso.

Basta seguire l’account @mrtweet e lui si metterà al lavoro per individuare nella tua rete di contatti utenti e personaggi estremamente rilevanti per il tuo settore. Dopo un paio di giorni ti manderà un DM con il link al tuo pannello di controllo, nel quale sono elencati gli utenti che secondo MrTweet dovresti proprio tenere d’occhio.

Basterà loggarsi al pannello di controllo usando il tuo account twitter e potrai interagire con loro.

Purtroppo in Italia i nostri operatori non ci permettono di ricevere i twits via sms come avviene in altri paesi per ragioni di natura commerciale. Questo limite ci fa perdere la più grande potenzialità di questo sistema di microblogging, che è costituita dalla possibilità di poterne usufruire in mobilità senza necessariamente disporre di una connessione e tanto meno di un PC.

Fatta questa doverosa osservazione che dire…. c’è un mondo là fuori. Basta prenderlo :)