611

TwitterMania: 100+ Tools E Programmi Per Twitter

Applicazioni e terze parti per Twitter! Client per Mac, Windows, Linux e multipiattaforma per AIR. Ottimi tools per twittare con la email, il telefonino senza usare SMS, per condividere i feeds, per cercare e molto altro!

Twitter per iPhone

Twittervision – visualizza geograficamente gli ultimi twits in tempo reale utilizzando Google Maps

TwitterSearch – motore di ricerca per twitter integrabile con Twittermap

Twittervolume – compara la presenza di determinate keyword nei micro-post comparandole in style Google trends

Triqqr – Client Twitter

TwitBin – Twitta con Firefox

Search Plugin – Invia i micro-post utilizzando la ricerca di Firefox

Twippera – Twitter su Opera

iTwit – Twitter mobile per iPhone

WildSets – Twitter per dispositivi mobili, evita l’uso di SMS

TwitterBerry – Per Blackberry

TwitThis – Condividi con i tuoi followers i siti che stai visitando

RSS2Twitter – Per condividere i feeds RSS su Twitter

Twinja – Client twitter per AIR

Twitux – Twitter per GNOME

ktwitter – Client per KDE

gTwitter – Client per GTK+

Twitterrific – Client estremo, completo e compatto per MAC

TwitterPost – Ancora per MAC, visualizza il titolo della canzone che stai ascoltando su iTunes

Twadget – Client twitter per la barra laterale di Vista

Twirl – client Twitter AIR multipiattaforma per MAC e PC

mail2twitter – twitta usando la email

TwitterBuzz – ilinks più popolari postati in Twitter

Twitterholic – statistiche sui 100 migliori utenti

Twitter Badge – Plugin per WordPress, mostra i tuoi twits sul blog in tempo reale

picobuzz – i twits migliori, e chi li ha postati

TwitterBox – Pet twittare su Second Life

Twitter Official Badges – script ufficiali per includere i tuoi micropost nel tuo sito

Puoi trovare centinaia di altri programmi per Twitters negli elenchi seguenti, dai quali ho selezionati i tools sopraelencati.

Febbre da Twitter (12 tools) – da maestroalberto

TWITTER TOOLBOX: 60+ Twitter Tools – da Mashable

10 Best Twitter Tools for WordPress Blogs – da Quick Online Tips

Twitter: tutte le applicazioni (più di 100 strumenti) – da Catepol

610

Micro-Publishing: Come Far Esplodere Il Tuo Blog Con Twitter

Twitter è un sistema di micro-publishing che permette di condividere piccoli post (massimo 140 caratteri).

Ho aperto un account da poco  ed ammetto di averlo fatto con un pò di scetticismo, solo perchè è la moda del momento  e per testare con mano l’esperienza utente.

Devo ammettere che sono rimasto sorpreso in quanto ho potuto testare un sistema di comunicazione rivoluzionario: permette di sintonizzarsi quasi mentalmente con chi vuoi, e puoi permettere agli altri di fare altrettanto con te.

Questo sistema di Micro-posting costituisce anche un eccellente strumento di marketing;  ho aperto il mio account il 18 Marzo 2008 e dopo soli 6 giorni Darren Rowse ha linkato un mio articolo su Problogger.net.

Questo è Twitter.

Twitter

Come Funziona

  1. Chiunque può iscriversi gratuitamente ed iniziare ad postare i proprio pensieri ed i propri messaggi.
  2. E’ possibile scegliere di seguire i messaggi degli altri Twitters clicando sul pulsante Follow del loro profilo
  3. Nella tua home page vengono visualizzati i tuoi messaggi e quelli degli utenti che stai seguendo (questa è la mia home per esempio)
  4. Puoi anche inviare messaggi direttamente ad un singolo utente, sia pubblicamente che privatamente
  5. E’ possibile utilizzare il cellulare per l’invio dei messaggi tramite SMS, ma l’italia ancora non è abilitata alla ricezione degli SMS di Twitter e per la consultazione si deve utilizzare necessariemente internet

Nella tua home page pubblica (ogni utente ha la propria) verranno visualizzati i  tuoi Twits e quelli degli utenti che stai seguendo, ma non necessariamente questi ultimi seguiranno i tuoi, a meno che non ricambino l’interesse inserendoti a sua volta tra i contatti (ogni volta che qualcuno sceglie di entrare nella tua frequenza mentale vieni avvisato via email).

Esistono inoltre molti programmi che ne estendono le funzionalità e migliorano la user experience.

Perchè è differente

Non è invasivo. E’ come se leggessi i pensieri degli altri e ti sintonizzassi. Grazie a questo si instaura una comunicazione diversa, leggera e non impegnativa; quindi piacevole.

E’ coinvolgente. Perchè il fatto di essere uno strumento poco invasivo permette di avvicinare gli altri e lasciarsi avvicinare in un modo difficilmente realizzabile con altri mezzi di comunicazione (email,video, audio, ecc).

E’ planetario. Oltre a cercare le persone che già conosco e seguo, mi sono andato a pescare:

I primi due hanno subito ricambiato l’interesse e sono diventati miei Followers. In genere identifichi subito gli utenti che ricambiano con facilità il tuo interesse perchè hanno un numero di Following simile ai Followers.

Come sono riusito ad ottenere un link da Problogger? Il 23 Marzo Darrewn Rowse era influenzato  e non aveva molta fantasia per scrivere il post, così ha chiesto ad altri Twitters di indicargli i migliori post dell’ultima settimana per fare una selezione e pubblicare i migliori.

Io gli ho indicato il mio. Il giorno seguente mi sono accorto che era talmente scoglionato da pubblicarli tutti e 73 senza alcuna selezione.

E così, in Re-Tweeted – 73 Top Posts from the Last Week, c’è un link a How To Replace Cable Television With Internet TV For Free: A Real Evidence. Siamo daccordo, è solo un link in mezzo ad altri 72, ma stiamo parlando di uno dei 10 blog più famosi al mondo di blogging, e comunque costituisce una prova notevole di quello che puoi fare con Twitter.

E’ informazione

Ecco un elenco di testate che aggiornano i propri utenti tramite twits;

Se anche l’italia fosse abilitata alla ricezione dei messaggi via sms sarebbe perfetto.

Se vuoi puoi seguirmi cliccando il tasto Follow  nel mio Twitter.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

AdSense: Combattere Lo Smart Pricing Per Aumentare Il CPC

AdSense è un programma di affiliazione che permette di guadagnare col proprio sito grazie all’inserimento automatico nelle pagine di annunci contestuali. Per ogni click effettuato sull’annuncio lo sponsor (Advertiser) corrisponde a Google un determinato importo, che verrà condiviso con il proprietario del blog sul quale è apparso l’annuncio.

AdSense è ormai così popolare che molte aziende sono disposte a pagare anche 80$ per un solo click da parte di un potenziale cliente! La strategia più utilizzata dai publishers solitamente è quella di aumentare il numero di click per aumentare le entrate, ma potrebbe ormai rivelarsi una strategia non proprio efficace o addirittura controproducente.

Monete
Photo Credit: Willi Heidelbach

Incassare 2 centesimi per click rispetto ad un altro sito che ne guadagna 40 vuol dire doverne totalizzare 20 per egualiare gli incassi che l’altro fa con un singolo click. Fai lo stesso paragone con i click da 40$ e arriverai alla conclusione che

la miglior strategia per aumentare i guadagni con AdSense non è aumentare il numero dei click, ma aumentarne il valore (a prescindere dal loro numero)

Aumentare il valore del click vuol dire combattere lo SmartPricing

Queste sono alcune considerazioni che ho avuto modo di verificare personalmente sui miei stessi errori.

Se sei un neofita ti sarai già chiesto: perchè mai quell’annuncio che rende 80$ per click non potrebbe apparire sul mio blog? Perchè esiste un meccanismo introdotto in AdSense proprio per controllare dove appaiono gli annunci più remunerativi, ovvero per identificare a grandi linee chi può guadagnare tanto e chi no.

Questo meccanismo si chiama Smart Pricing, ed in generale serve per assegnare dei margini di guadagno ad ogni sito e fare in modo di garantire maggiori entrate ai siti più rilevanti e di contenuto più valido.

Ecco alcuni consigli che possono aiutare a combattere lo Smart pricing.

I contenuti prima di tutto. Ecco perchè… Content Is King

L’avrai sentito mille volte, è molto di moda ma in sintesi… che vor dì?? (sostituisci con il tuo dialetto). Lo smart pricing è un meccanismo semiautomatico che prima o poi richiederà la revisione del sito da parte di un essere umano.

La parte automatica consiste nel calcolo dei click che hanno generato vendite, sottoscrizioni o altro. Questa percentuale determina un fattore molto importante per chi paga le pubblicità: il ROI (Return On Investment) ovvero il rientro sull’investimento pubblicitario. Più alto sarà il ROI più sarai premiato con annunci contestuali altamente remunerativi.

Poi c’è la componente umana. Prima o poi qualcuno dovrà stabilire se i tuoi articoli o i tuoi post sono originali, utili e interessanti. E lo farà con i proprio occhi.

C’è un solo modo per soddisfare tutti e due i requisiti appena descriti:  la qualità dei contenuti, il livello di approfondimento degli argomenti trattati e la chiarezza.

Tieni AdSense solo nelle pagine degli articoli

A prescindere dallo Smart pricing un altro fattore importante per il valore del click è costituito dalla contestualizzazione, ovvero il livello di pertinenza  degli annunci con l’agomento della pagina. Un elenco di post per esempio non ha un argomento ben preciso in quando può contenere abstract di articoli che trattano argomenti di varia natura, cosi come le pagine delle tag e così via.

Annunci poco attinenti alla ricerca dell’utente che arriva sulle tue pagine determineranno un calo del ROI a causa del fatto che molto difficilmente eventuali click si tramuteranno in acquisti.

Poichè lo Smartpricing agisce sull’intero account AdSense, questo abbassamento del ROI  determinerà una penalizzazione sull’intero account a danno anche delle aree più performanti.

Spendi più tempo per i motori a discapito dei siti di social news

OKNOtizie, Digg e altri social news possono veicolare vere e proprie ondate di visitatori, ma sono visite mordi e fuggi per antonomasia.

Il motivo è semplice: i visitatori che arrivano dai motori stanno cercando una informazione, e l’annuncio sul tuo articolo può costituire un approfondimento, o addirittura l’obiettivo della ricerca. Al contrario gli utenti dei siti di social news visualizzano decine e decine di pagine in poco tempo perchè non hanno la necessità di reperire una informazione, e quindi molto difficilmente convertiranno il click in acquisto, a discapito del ROI e dello Smartprice.

Altri utili dritte sullo Smart Pricing e sul CPC:

  • Viene ricalcolato settimanalmente (a me sembra che avvenga nel fine settimana)
  • Muta gradualmente  un eventuale aumento o diminuzione del CPC medio avviene sempre in maniera graduale, senza grandi salti

 Identifica le chiavi più remunerative

Nella lista delle keys più pagate dagli advertisers nel 2007 avrai notato una cosa: quasi tutte rientrano in un ambito finanziario-assicurativo. Anche gli annunci contestuali hanno le loro dinamiche di mercato; esistono settori più o meno competitivi nei quali la concorrenza determina il prezzo pagato dagli advertisers per un singolo click. Più advertisers stanno concorrendo per posizionare annunci correlati ad un determinato argomento più alto sarà il costo massimo del click.

Gli annunci più pagati vengono posizionati meglio nei siti, anzi, vengono posizionati nei siti che garantiscono il ROI più elevato. Capito ora? ;-)

Guarda come puoi prevedere il guadagno di un click su un post ben preciso del tuo blog:

  1. Entra in AdWords
  2. Vai in Tools > Keyword Tool
  3. Seleziona Website content e inserisci l’URL del post
  4. Ora inserisci un valore massimo per il clic in dollari (30 per esempio) nella casella Calculate Estimates using Max CPC
  5. Clicca su Recalculate e….

hai davanti l’elenco delle keywords con le quali AdSense identifica la tua pagina e, per ognuna, il costo massimo per click che quella pagina può ottenere.

606

Streaming Col Telefonino In Diretta Su Internet Senza Il PC: QIK

Esistono molti strumenti gratuiti  per trasmettere dal vivo in streaming su internet, ma QIK ha una piccola e sostanziale differenza che lo rende diverso da tutti gli altri:

trasmette in streaming su internet le riprese video del tuo telefonino, in diretta e senza la necessità di un computer!

Tutti gli altri servizi  di streaming live (Mogulus, Ustream, ecc) hanno infatti bisogno del PC e di una webcam ad esso collegata per effettuare le trasmissioni, ma QIK ha abbattuto questa ultima barriera tecnologica.

QIK

Lo stiamo provando da circa tre settimane e prima di descriverne il funzionamento vorrei sottolineare perchè ti trovi di fronte ad una rivoluzione:

  • Informazione: chiunque può fare informazione in quanto ha tutto il necessario che serve per andare in onda in tutto il mondo ed in pochi secondi: il suo telefonino
  • Accessibilità: trasmettere live diventa semplice come riprendere le proprie vacanze, e l’uso del computer con costituisce più una barriera tecnologica.

Installazione

Devi specificare il numero del tuo cellulare nella form di registrazione, ed aspettare una conferma. Il programma è al momento in versione alfa e la registrazione non è automatica. Qualora la tua richiesta venga accettata;

  1. riceverai un SMS con la conferma ed il link per scaricare ed installare Qik sul cellulare
  2. durante l’installazione dovrai specificare il tuo indirizzo di posta elettronica
  3. via email ti verrà inviato il codice di conferma
  4. dovrai inviare il codice con un SMS al numero indicato e potrai loggarti sul sito con successo

Come funziona Qik

Nel tuo pannello di controllo troverai il videoplayer che visualizzerà le immagini live che arrivano dal tuo telefonino. Il player può essere incluso in una qualunque pagina web utilizzando l’apposito codice HTML.

Ogni video viene salvato con un proprio indirizzo di visualizzazione.

Per avviare lo streaming live:

  1. avvia Qik sul tuo telefonino
  2. apri la videocamera
  3. imposta la connessione da utilizzare per l’invio del filmato
  4. clicca su stream e vai in diretta in tutto il mondo

come potrai appurare, le impostazioni più importanti di Qik sono le seguenti:

  • qualità del video
  • la connessione da utilizzare (wi-fi, hsda, umts ecc)
  • titolo e descrizione (che possono essere specificati anche successivamente con il PC)
  • video publico o privato

Qik è social

Una delle funzionalità che mi ha entusiasmato è l’interoperabità di Qik con altre piattaforme di streaming live o social network:

  • puoi salvare automaticamente i video in Youtube
  • girare lo streaming live sul tuo account di Mogulus, Justin.tv o mobuzz.tv
  • inviare automaticamente un msg con Twitter per avvisare i tuoi followers che sei live

Un esempio pratico

Poco tempo fa sono andato a vedere la mostra di opere in legno di un mio amico. Ma avevo già installato qik sul Nokia N95 e quando mi è venuto in mente ho tirato fuori il telefonino e..

QIK è questo; chiunque può andare in diretta in tutto il mondo, quando e come vuole. In un attimo.

603

Article Marketing: Un Esperimento Web 2.0 Tutto Italiano Che Vuole Crescere

Article Marketing Italia contiene finalmente le prime funzionalità social:

  1. Rating degli articoli con funzionalità Ajax
  2. Liste degli articoli visualizzabili sia per  data di pubblicazione che per valutazione degli utenti
  3. Avatar degli utenti
  4. Classifica dei Top User più in evidenza

contenuti gratis

A poco  più di un anno di distanza dall’apertura il servizio conta 1.200 utenti registrati in modalità opt-in e 1.300 tra articoli e comunicati stampa convalidati (su circa 7.000 inserimenti), senza contare il portale gemello in portoghese attivo da qualche mese, e che mi ha sorpreso sia per il livello degli utenti che la qualità degli articoli postati.

Il bilancio è decisamente ottimo considerando che si tratta di un esperimento personale che ho iniziato alla fine del 2006 con uno scopo preciso: coniugare la creazione di contenuti con dinamiche di social network (ho abbandonato il mercato del web developement proprio per garantirmi questa libertà di sperimentazione).

Le piattaforme di social news abbondano (basti pensare ai cloni di Pligg), per cui sto tentando di verificare se un servizio social basato su contenuti veri e propri e non su semplici link può funzionare, anche se la regola dell’1% in teoria dovrebbe costituire un deterrente logico (tale regola afferma che su 100 utenti uno solo crea contenuto, 10 interagiscono con esso e gli altri 89 sono semplici osservatori passivi).

Il fatto che la piattaforma sia progettata e sviluppata ad hoc è una scelta ben precisa per garantirmi:

  • il controllo totale sullo sviluppo
  • la possibilità di modellare on-the-fly (in corsa) il progetto sul comportamento degli utenti
  • l’originalità rispetto alla concorrenza

ma questo comporta un dispendio di risorse (tempo in particolare) che rende arduo mettere in opera tutte le funzionalità già previste e le idee in embrione.

Non a caso per le funzionalità di voto ho adattato l’Ajax Star Rating Bar di Masuga design. Ho già in mente di aggiungere:

  • Gestione dei commenti
  • Funzionalità sociali tra utenti registrati (amicizie, richieste di voto ecc)
  • Una gestione dei feeds molto più completa ed articolata
  • Articoli consigliati
  • La gestione del ranking utente in funzione di visite e valutazione dei propri articoli

Non mi entusiasma l’idea di confezionare un progetto e iniziare a cercare un capitalista di ventura interessato, in primo luogo perchè non so se lo troverei e poi perchè siamo in Italia:  nessuno qui finanzia nulla senza allungare le manone sul progetto.

Mi stuzzica molto più l’idea di trovare un/una professionista, un programmatore come me che approcci al progetto con le stesse motivazioni e gli stessi obiettivi.

Se ti interessa fare anche solo una chiacchierata informale a tal riguardo fatti vivo, sulla sinistra trovi i miei contatti.

601

Ritratto Semiserio Della Blogosfera Italiana E Delle Blogstar

Sono un pò stanco di recensioni e applicazioni web 2.0, per cui mi sono messo a dipingere la mia personalissima immagine dei blog italiani ed di alcuni degli esponenti più conosciuti (si scherza ovviamente).

blogs
Photo credit: Jane Dallaway

Gli incazzati

Napolux può essere considerato il portavoce italiano ufficiale dei bloggers arrabbiati: è sempre incazzato.

Ce l’ha con quelli di blogbabel perchè non lo cancellano, con quelli che odiano i contest, con i lettori che cercano numeri di telefono sul suo sito, con i genitori che comprano l’i-Phone ai figli, con i blogger che vanno ai barcamp, con chi lo chiama blogstar, con chi si vuol cancellare da Facebook e potrei continuare all’infinito.

E’ così incazzato che quando commenti i suoi post ti trema la mano per paura di dire qualcosa che non gli piace. Sono sicuro che quando parteciperà al suo primo barcamp tirerà un calcio nelle parti basse del primo che gli capita a tiro appena entra nella location.

Very Important Blogger (VIB)

Quando mi sono visto cancellato l’unico commento che ho fatto sul blog di Quintarelli (esprimeva una semplice opinione) non ci ho fatto molto caso, poi però quando ho letto l’avvertenza presente sulla colonna destra che riporta

"Questo web server é proprietà privata e costituisce domicilio informatico di Stefano Quintarelli. Il libero accesso é pertanto riservato ai familiari di Stefano Quintarelli ed amici autorizzati da Stefano Quintarelli. Ogni accesso non autorizzato sarà perseguito ai sensi di legge."

ho iniziato ad aver timore anche solo di entrare nel suo blog per la paura di veder apparire una pop-up java con su scritto "Chi cazzo sei tu e come ti permetti di entrare qui?"

I presenzialisti

Luca Conti di Pandemia è il presenzialista d’eccellenza della Blogosfera italiana. Partecipa ad almeno 15 conferenze al giorno e sin qui tutto ok, il problema è che a volte tra una conferenza e l’atra ci passano 950 Km, e allora viene spontaneo chiedersi: ma come cacchio fa? E non è finita qui! Mentre viaggia tra un evento e l’altro blogga pure!!

L’unica perplessità che ho è la seguente: se le classifiche dei blog italiani hanno come parametro più importante i link esterni ricevuti negli utlimi mesi, e Pandemia è sempre nei primi posti, mi viene spontaneo chiedermi: ma chi cavolo è che linka i post di Luca Conti che parlano di sè stesso mentre sale sul taxi, viaggia in treno, è in un coffe break tra una conferenza e l’altra ed è in gita turistica nella strip di Las Vegas? Non mi chiedo solo chi lo linka, ma sopratutto, perchè?

I mistici

Non dirmi che non ti è mai venuta questa sensazione. Quando sei sul sito di Robin Good e stai leggendo la recensione dell’ultima piattaforma di web conferencing gratuita qualcosa ti dice che c’è di più di quello che stai leggendo.

Ancora non hai capito bene come e perchè, ma intuisci che le  recensioni sui new media sono solo una copertura per qualcosa di molto, molto più importante; la salvezza della vita, l’universo e tutto quanto.

I beati tra le donne

I blogger normali si devono accontentare dei barcamp pieni di esemplari di sesso maschile sempre intenti a smanettare sui laptop, in preda a sfuriate testosteroniche per conquistare il titolo di più geek. Andrea Beggi è uno dei pochi che viene invitato alle cene delle Geek Girl. Immagina, un barcamp al femminile senza smanettoni maschi, di cui sei l’unico esemplare. Se fossi in lui pubblicherei una mia foto in home page mentre faccio il gesto dell’ombrello agli altri blogger rosiconi.

I Blogger semiautomatici

Geekissimo è per la blogosfera quello che l’M16 rappresenta per la guerriglia; ti sventaglia una sequela di post più volte in una giornata togliendoti ogni possibilità di fuga. Puoi cancellarlo anche dal feed tanto un esercito di altri blogger riprenderà i suoi post e te li infilerà da qualche altra parte. Impossibile fuggire.

Le amazzoni

Nei vecchi film le amazzoni attiravano i maschietti con esche piazzate nella foresta, che stuzzicavano la loro curiosita e li facevano cadere in trappole senza via di scampo. Miranda è l’amazzone del web 2.0.  Sorniona e paziente usa come esca:

  • il profilo di Badoo
  • le foto di una modella (la mazzata finale)

Il maschietto, una volta attirato in trappola,  farebbe bene a evitare commenti per aprire un contatto, perchè nella malaugurata ipotesi di un commento maldestro  o non proprio elegante (come solo i maschietti sanno fare):

  1. lo prende e lo mette a bagno maria per mezz’ora
  2. lo marina per 3 ore con olio, sale, aceto e rosmarino
  3. lo rosola lentamente a fuoco lento
  4. quando è ben cotto lo espone alla gogna pubblica e lo costringe ad uscire solo di notte con gli occhiali da sole per non essere riconosciuto

OCCHIO!

Gli inesplicabili

Il blogger più misterioso di tutti si chiama Bruno Vespa. E’ coautore di un blog sul sito di una popolare rivista femminile,sul quale vanta la pubblicazione di diversi articoli. Poi però lo trovi in TV che afferma di essere nato secoli fa e di non capire il senso dei blog, e proferisce altri discutibili giudizi sui ragazzi che gestiscono i loro blog.

Allora ritorni sui suoi post per leggere bene il nome dell’autore e… si.. è proprio lui! Ritorni a vedere il video della trasmissione ed è sempre lui che parla male dei blog. E inizia a venirti il mal di testa chiedendoti: ma lui sa di scrivere su un blog? Se non lo sa, chi scrive per lui? Ma se c’è il suo nome negli articoli e non li scrive lui, chi pagano per gli articoli?! Mistero!

Se ancora non ti è venuta voglia di lavorare…

… continua con la lettura di:

583

Film in Streaming: Il Cinema Online Di PPStream

PPStream è un ottimo programma per la TV via internet particolarmente adatto per guardare film in streaming di buona qualità. Ha solo un "piccolo" difetto: l’interfaccia è completamente in cinese.

Basterà memorizzare quei tre o quattro comandi essenziali ed il gioco è fatto: non potrai configurarlo proprio sino in fondo ma finalmente potrai contare su un degno sostituto di Stage 6.

ppstream

Il rovescio della medaglia, a fronte di una ottima qualità, è costituito da un consumo di banda discreto. Per usare PPstrem come un vero e proprio cinema, magari collegando il notebook alla TV, la tua ADSL deve supportare una velocità di download costante di almeno 2/3 Mbps.

Il programma utilizza Windows Media Player  per visualizzare i films di qualità normale, e richiede quasi sempre il Real Player per gli streaming definiti come HD (High Definition) ma che non sono tali, anche se di qualità superiore rispetto agli altri.

In poche parole il vantaggio di PPstream è il seguente: è uno dei pochi  programmi  (al momento) che possono competere col defunto Stage 6 per la varietà di films e per la qualità degli stessi,  specie se visualizzati a tutto schermo (qualità senza dubbio superiore ai vari PPLive, TVKoo , TVAnts ecc).

I comandi essenziali

Basta memorizzare la posizione dei seguenti comandi:

  • apertura-chiusura dei menu laterali utilizzando le frecce poste negli angoli superiori dello schermo
  • elenco film live – i film in rotazione 24h su 24
  • elenco film on-demand – puoi decidere tu quando guardarli
  • modalità full-screen – per una esperienza completa

Questo video ti mostra i pochi semplici comandi da memorizzare per guardare film online con questo programma;

Un ultima cosa; i films sono quasi tutti in lingua originale sottotitolati in cinese. Qualcuno è sottotitolato anche in inglese.

Ecco il link diretto al download di PPStream: http://download.ppstream.com/ppstreamsetup.exe

avidemux

Video Editing, Remix e Post Produzione: I Migliori Tools Gratuiti

Gli editori video possono contare su una vasta scelta di eccellenti strumenti gratuiti di elaborazione, remix e post produzione. Ho selezionato alcune tra le migliori applicazioni di:

  • Editing e remix
    per tagliare, rimontare ed aggiungere titoli e musica
  • Encoding
    per convertire il formato dei video da un codec all’altro

Questi quattro programmi sono completamente gratuiti e si installano sul proprio computer;

Avidemux

Avidemux

Scarica Avidemux

Perfetto per semplici operazioni di re-mixaggio ed encoding supporta i formati AVI, MPEG, MP4 e ASF. E’ multipiattaforma quindi disponibile per Windows, Linux e Mac ed è rilasciato sotto GNU GPL.

Jahshaka

jahshaka

Scarica Jahshaka

Ottimo per effetti speciali e editing avanzato. Ti mette a disposizione potenti strumenti di titolazione ma per contro potrebbe risultare un pò ostico per i non esperti. Anche Jahshaka è rilasciato sotto GNU GPL ed è multipiattaforma, disponibile quindi per la maggior parte dei sistemi operativi.

Videospin

videospin

Scarica Videospin

La soluzione free di Pinnacle per il video editing. Permette il taglio ed il montaggio dei filmati, la gestione delle tracce audio, le transizioni ed i titoli nonchè l’upload diretto in Youtube. E’ solo per Windows ed alcuni codec inclusi nell’installazione devono esse acquistati dopo 15 giorni di prova. L’applicazione comunque rimane gratuita e funzionante.

Ecco inoltre un paio di eccellenti applicazioni che ti permettono di lavorare sui tuoi video completamente online e gratuitamente:

Jumpcut

Jumpcut

E’ un social network ed una suite online di videoediting nello stesso tempo. Il video va caricato sul server per essere manipolato con una interfaccia Flash. Le funzioni sono semplici e basilari: è possibile titolare, mixare e lavorare con l’audio, nonchè applicare qualche effetto e transizione. La cosa interessante è l’Open Movie: sono video che chiunque può manipolare e ricondividere.

Youtube Remixer

Youtube Remixer

Ti permette di editare online i video del tuo account YouTube. Riconosce il tuo account per cui non hai bisogno di caricare i video: te li troverai già a disposizione nell’interfaccia. E’ semplicissimo da utilizzare e perfetto per esigenze basilari quali tagliare o titolare il tuo video.

E se hai problemi con il formato dei video;

Riva FLV Encoder

FLV encoder

E’ un convertitore video gratuito che ti permette di convertire da e per formati flash .FLV.

596

Social Media: Guida A StumbleUpon In 5 Punti

Ho già descritto come funziona Stumbleupon, l’eccellente social network per la condivisione e la scoperta di contenuti rilevanti, ma ho notato che alcune importanti funzionalità non sono semplicissime da utilizzare e parecchi utenti fanno fatica a familiarizzare con il sistema di condivisione, votazione e socializzazione perdendo proprio la parte più interessante.

stumbleupon for dummies
Photo credit: marcofolio.net

Questa non è una vera è propria recensione ma un breviario che elenca le funzioni più importanti ed i meccanismi chiave di Stumbleupon:

1. Come aggiungere amici

stumble favorites

Per aggiungere un amico visualizza il suo profilo e clicca su Add him as friend nel menu in alto a destra. Attenzione però, sarai solo un suo fan sino a che anch’egli non ti aggiungerà tra i suoi contatti. Puoi comunque vedere i preferiti di un utente cliccando su Stumble his favourite e scegliendo il tipo di contenuto (pagine web, foto, video ecc).

2. Conoscere chi vorrebbe essere tuo amico

L’elenco degli utenti che ti hanno inserito tra loro contatti lo trovi in fondo alla pagina Friends nella tabella Your fans. Se li aggiungi anche tu diverrete mutual friend e potrai proporre loro in tempo reale siti internet rilevanti da recensire o consultare.

3. La differenza tra gradimento e recensione

Quando visiti un contenuto qualsiasi puoi comunicare a Stumbleupon il tuo gradimento cliccando sul bottone I like it nella toolbar. In questo modo imparerà a conoscerti meglio e darti contenuti sempre più rilevanti.

Se vuoi anche scrivere una recensione devo cliccare sul fumetto. Se ancora nessuno ha segnalato quel contenuto verrai considerato lo scopritore di quella risorsa e dovra scrivere necessariamente una prima recensione. Il tuo profilo sarà linkato nella pagina delle recensioni di quel contenuto come scopritore (scoprire siti potenzialmente popolari potrebbe rivelarsi una manna…).

Puoi anche recensire una singola foto: fai click col tasto destro sull’immagine e seleziona StumbleUpon photo blogit!

4. Come proporre velocemente contenuti da recensire agli amici

Stumble

Per proporre ad un amico una pagina da recensire la devi visualizzare col browser e cliccare su Send to… scegliendo l’amico a cui inviarla. Quando ricevi segnalazioni dai tuoi contatti invece apparirà un numerino rosso nella toolbar che segnala il numero di pagine in attesa di essere recensite. Per visualizzarle clicca sul numero (l’ eventuale recensione o gradimento saranno ovviamente a tua discrezione).

Ricorda che nella lista appariranno solo i mutual friends. Non basta aggiungere utenti tra i propri contatti, loro dovranno fare altrettanto.

5. Come trovare utenti con gli stessi interessi

E’ fondamentale  perchè probabilmente ci sarà più probabilità di scambiare recensioni e trovare un pubblico interessato ai tuoi contenuti. Guarda nella pagina Friends del tuo profilo, a destra trovi la colonna  Meet people like you che ti propone utenti con interessi rilevanti.

Per visualizzarne di più clicca su People nella toolbar principale in alto, seleziona Find people interested in e clicca sull’argomento desiderato.

Da dove iniziare

Stumbleupon è in grado di generare un traffico impressionante, come sempre più per le risorse in inglese che per quelle in italiano anche se  iniziamo ad essere presenti in numero interessante.
Per iniziare leggi la recensione e iscriviti e nella descrizione del tuo profilo invita chiaramente utenti con interessi rilevanti ad aggiungerti come contatto per scambiare una recensione. Potresti inizare dal nostro gruppo di stumblers, tutti italianissimi che mi hanno gentilmente dato l’autorizzazione a pubblicare i loro nick linkati ai relativi profili;

Ho inoltre fondato il primo gruppo di stumblers italiani: Italian Stumblers. Iscriviti!