323

Skype Toolbar: integrare il VoIP in applicazioni esterne

Disponibili per il download nuovi plugin Skype per integrare funzionalità VoIP in applicazioni come Microsoft Office e numerosi clients di posta elettronica come Outlook, Thunderbird e altri.

Le due toolbar per browser, già disponibili da tempo per Firefox e Explorer, consentono di chiamare i propri contatti tramite appositi pulsanti nella toolbar del browser ed oltre a poter effettuare telefonate VoIP è anche disponibile la funzionalità di ricerca utenti in alcuni paesi tra i quali l’italia.

Le estensioni per i client di posta invece consentono di gestire ogni mittente di email come un utente Skype, consentendo di effettuare telefonate VoIP utilizzando l’apposito pulsante collegato ad ogni email.

Al momento sono disponibili i plugin per i seguenti client email:

  • Outlook
  • Outlook Express
  • Mozilla Thunderbird (solo Windows)

oltre che per Explorer (solo Windows) e Firefox.

Installando la toolbar Skype per i browser si potranno gestire link tipo callto:// per associare nick e telefoni a Skype.

Il plugin Skype per Microsoft Office collega i numeri telefonici presenti nei documenti tramite collegamenti ipertestuali a Skype, consentendo telefonate VoIP verso tali numeri telefonici.

322

Gizmo VoIP, chiamare gratis verso fissi e cellulari

Il panorama di telefonia VoIP per telefonare in internet gratis o a bassi costi si arricchisce di un nuovo agguerrito concorrente; Gizmo Project

Cosa è Gizmo

Gizmo è un Internet Phone gratuito per telefonare via internet già presente da tempo, integrato in un messenger che consente di chattare, eseguire conferenze voice multiple e gestire VoiceMail. E’ disponibile per Windows, Mac e Linux ed è disponibile una versione per il Nokia 770.

Oltre a normali chiamate PC2PC gratuite, le funzionalità comprendono:

  • Telefonate verso numeri fissi e cellulari
  • Telefonate in entrata verso un numero distrettuale acquistabile al prezzo di 35$ l’anno (numeri italiani non disponibili)

La vera novità consiste nel poter telefonare gratis via internet in VoIP verso fissi e cellulari di determinati paesi (tra cui l’Italia, ma solo per i fissi)

Telefonate gratuite verso fissi e cellulari

La vera offerta di Gizmo Project consiste nel poter telefonare gratuitamente in VoIP utilizzando il messenger verso numeri fissi e cellulari di utenti registrati in Gizmo.  Si può telefonare gratis verso numeri fissi e cellulari dei seguenti paesi:

  • Canada
  • Cina
  • Cipro
  • Guam
  • Hong Kong
  • Malawi
  • Malesia
  • Porto Rico
  • Russia
  • Saipan
  • San Marino
  • Singapore
  • Corea del Sud
  • Tailandia
  • USA
  • US Virgin Islands
  • Città del Vaticano

Si può telefonare gratis solo verso numeri fissi dei seguenti paesi:

  • Argentina
  • Australia
  • Austria
  • Belgio
  • Brasile
  • Bulgaria
  • Cile
  • Croazia
  • Repubblica Ceca
  • Danimarca
  • Estonia
  • Finlandia
  • Francia
  • Antille Francesi
  • Germania
  • Gibilterra
  • Grecia
  • Guadalupe
  • Ungheria
  • Islanda
  • Irlanda
  • Israele
  • Italia
  • Giappone
  • Liechtenstein
  • Lussemburgo
  • Monaco
  • Olanda
  • Nuova Zelanda
  • Norvegia
  • Panama
  • Peru
  • Polonia
  • Portugal
  • Slovenia
  • Spagna
  • Svezia
  • Svizzera
  • Taiwan
  • Turchia
  • Regno Unito
  • Venezuela
  • Zambia

Ogni utente può inserire i propri riferimenti telefonici dopo essersi registrato in Gizmo. Le chiamate gratuite possono essere fatte solo se il numero da chiamare è collegato a sua volta ad un utente Gizmo. Per approfittare di questa opportunità pertanto, è necessario che siano registrate in Gizmo anche le persone a cui desideriamo telefonare.

Riferimenti

- Gizmo Project Home page
- Maggiori dettagli sulle telefonate gratuite
- Download

320

Elitel e FON: accordo e installazione software FON su routers wifi Elitel

Update: la Elitel ha fallito nel 2008


La Elitel ha ufficializzato un documento d’intesa con FON, la rete sociale planetaria di connettività, che prelude al primo accordo ufficiale. Tutti gli utenti Elitel potranno legalmente ridistribuire la connettività grazie a router con software FON preinstallato direttamente dal provider.

Photo Credit: Philippe Ramakers
Photo Credit: Philippe Ramakers

E’ un primo passo molto, molto importante verso un approccio sociale alle nuove tecnologie e l’abbattimento del digital divide. Solitamente in questo sito non vengono lesinate critiche e prese di posizione molto dure verso i providers di accesso, sia da parte nostra che dei lettori, ma stavolta mi sento di rappresentare molti utenti ringraziando Elitel per aver aperto un varco e messo con il proprio coraggio gli altri provider ostili all’iniziativa FON in una difficile posizione.

Segue il comunicato stampa ufficiale;

INFORMAZIONI PER LA STAMPA

Elitel Telecom

(“Elitel” o “la Società”)

Memorandum of understanding con FON per sviluppare la copertura WiFi e nuovi servizi fisso-mobili Milano, 24 luglio 2006 – Elitel Telecom Spa (AIM: ETM), l’operatore italiano indipendente di telecomunicazioni, annuncia oggi di aver siglato un Memorandum of understanding (“MOU”) con FON Wireless Limited, la community on line globale che incoraggia la condivisione dell’accesso a banda larga Wi-Fi. In base ai termini del MOU i clienti Elitel faranno parte della community FON con accesso illimitato ai servizi di banda larga di FON.

FON è una delle più grandi community di hotspot WiFI che offre in tutto il mondo accessi Internet ai 70.000 membri della sua community virtuale (detti “foneros”), attraverso la disponibilità di banda non impegnata delle connessioni a banda larga dei clienti.

FON ha sviluppato un software che trasforma un router in un hospot Wi-Fi rendendolo parte della community globale WiFi di FON. Il memorandum of understanding prevede che Elitel fornisca ai suoi clienti il libero accesso alla rete FON consentendo di utilizzarla in Italia e all’estero. I clienti potranno navigare in rete, fare telefonate VoIP e accedere, tramite Internet, ai dati personali. Elitel preinstallerà il software FON in tutti i dispositivi WiFi CPE (Customer Primary Equipment) rilasciati ai suoi clienti ovvero i router WiFi e i modem WiFi.

L’accordo con FON rappresenta un ulteriore passo di Elitel verso la convergenza dei servizi fisso-mobile. L’annuncio fa seguito all’accordo di giugno per il lancio del super telefono convergente integrato che consente in un unico oggetto di utilizzare il servizio VoIP di Elitel ovunque vi sia la disponibilità di una rete WiFi e di trasformarsi, per strada, in un normale GSM con tariffe da telefonino.

L’annuncio del MOU con FON rafforza la strategia di Elitel nella convergenza dei servizi ampliando la copertura Wifi a tutti i propri clienti. E’ previsto che l’accordo definitivo venga sottoscritto entro i prossimi 3 mesi.

Federico d’Este, Amministratore Delegato, ha dichiarato: “Siamo lieti di aver firmato questo memorandum of understatement con FON che, dopo la firma dell’accordo definitivo, favorirà lo sviluppo del wireless in Italia e consentirà ad Elitel di sviluppare i nuovi servizi integrati fisso-mobile”.

Per ulteriori informazioni:

Buchanan Communications +44 (0)20 7466 5000
Mark Edwards/Isabel Podda/Jeremy Garcia
Charles Stanley Securities +44 (0)20 7149 6000
Russell Cook/Freddy Crossley

Elitel

Elitel è un gruppo italiano indipendente di telecomunicazioni. Offre un’ampia gamma di servizi voce, dati e a banda larga, inclusa la voce su IP (“VoIP”) sia alla clientela business che residenziale. Il Gruppo propone anche servizi di telecomunicazioni wholesale ad altri carrier, servizi di carte internazionali al mercato etnico e servizi di telecomunicazioni premium e a valore aggiunto ai content provider. Il network di Elitel, che copre tutta l’Italia, è basato su accordi di interconnessione; l’accesso alla rete dall’affitto di linee da carrier, fra cui Telecom Italia e altri carrier internazionali. Al 31 Dicembre 2005 la base clienti di telefonia fissa del Gruppo comprendeva più di 69.000 clienti business, 175.000 clienti residenziali e oltre 9.2000 end users VoIP.

Nel febbraio 2006, Elitel (www.eliteltelecom.com) è stata quotata con successo all’AIM, Alternative Investment Market della Borsa di Londra (AIM:ETM), ed ha raccolto £8.0 milioni per l’espansione del Gruppo.

About FON

FON è stata fondata dall’imprenditore argentino Martin Varsavsky nel novembre 2005. Nel febbraio 2006 Google, Skype, Index Ventures and Sequoia Capital hanno investito $ 21,7 milioni per promuovere l’iniziativa.

L’obiettivo di FON è di creare una comunità mondiale di un milione di hotspot Wi-Fi per la fine del 2007.

FON consente ai suoi membri, chiamati “Foneros” o “Foneras”, di entrare a far parte della community FON, configurando il proprio punto di accesso alla rete e condividendo la propria connessione Internet a banda larga. In cambio, i Foneros possono condividere altri punti ti accesso wireless che fanno parte della rete globale wireless di FON.

FON permette agli ISP di offrire mobilità su scala mondiale ai propri clienti e agli sviluppatori di creare nuove applicazioni wireless basate sulla piattaforma open source FON.

Per ulteriori informazioni: [email protected]

318

Il motore di ricerca per Blog Technorati si rinnova: upgrade e nuove funzionalità

Da poche ore Technorati, il popolare motore di ricerca per Blog, si presenta con una nuovo layout, miglioramenti funzionali e nuove caratteristiche di ricerca e gestione dei propri e degli altri Blog.

La nuova home di Technorati

La novità più rilevante consiste nel miglioramento dell’interfaccia web, più essenziale ed ordinata. La home page è stata riordinata su tre colonne che organizzano l’accesso ai blog aggiornati più di recente per categoria, autorità e per tag in maniera compatta e chiara.

Ricerca nei blog

La ricerca tra i post è decisamente più veloce e la pagina dei risultati appare più chiara e compatta. E’ possibile visualizzare maggiori dettagli in merito al singolo post cliccando su una apposita icona che visualizza il post in una pop-up, anche se ho notato che molte volte viene mostrato il testo della pagina web così come viene letta da un bot, per cui in molti casi appaiono menu ed elementi del layout di pagina anzichè il testo del post. Da migliorare.

Molto interessante invece un grafico che mostra la frequenza di apparizione nei blog della chiave utilizzata per la ricerca, grafico che appare nel lato sinistro della pagina dei risultati.

Funzionalità bloggers migliorate

Per i bloggers loggati le novità nella home sono più evidenti, con la colonna centrale che contiene gli ultimi post dei Blog preferiti, e a sinistra l’elenco dei propri blog con relative funzionalità di gestione.

La ricerca è notevolmente più veloce e sembra sia stato perfezionato l’algoritmo di ricerca dei collegamenti tra i vari post, vero cruccio che stava creando diversi problemi a Technorati sino ad ora. Molti dei link che erroneamente technorati individuava verso i miei post sono stati ripuliti ed il numero di link e blog che fanno riferimento ai vari post sembra essere più affidabile.

Rimane ancora effettivamente qualche problema nell’individuazione dei collegamenti tra i post. Alcune volte technorati considera un singolo post di un blog come un blog esterno. Quando va ad individuare pertanto link interni ad uno stesso blog li considera come link esterni invalidando in parte il calcolo dei link totali verso un blog che ne determina il rank.

317

Telefonare via internet: Skype sposa FON e diventa Mobile

Immagina una rete wireless aperta ed accessibile come FON, una tecnologia VoIP testata e funzionante come quella di Skype e cellulari VoIP di nuova generazione con Skype pre-installato, ed hai davanti un perfetto matrimonio tra nuove tecnologie e social networking per il raggiungimento di nuovi servizi a basso costo.

Skype, FON ed i cellulari con Skype preinstallato, anche se recenti, non sono una novità. Ma la rete FON che si apre a Skype e permette a cellulari VoIP di chiamare via internet vuol dire portabilità (almeno potenzialmente).

La rete FON è una rete planetaria di utenti che utilizzano un Social Router (offerto a soli 5 euri) per connettersi ad internet, lasciando la connessione aperta per altri utenti (preventivamente registrati in FON). Basta pertanto essere nel raggio di azione di uno di questi router per avere a disposizione di una connessione Wi-fi.

I telefonini predisposti con Skype, come il NETGEAR Skype WiFi Phone presentato al CES di Las Vegas, possono utilizzare un segnale hot-spot (wireless) come quello di aeroporti o stazioni per telefonate VoIP utilizzando lo Skype integrato nel telefono. Ma non solo, l’esplosione di FON nel mondo ed in italia consentirà di disporre di un segnale wi-fi anche nelle città e non più in luoghi particolari.

Sarà infatti sufficiente prendere il cellulare impostato con il proprio account Skype e utilizzare la rete FON per;

  • Chiamare gratis utenti Skype
  • Chiamare a basso costo con tariffe SkypeOut

La rete FON si sta allargando rapidamente in italia ed ha raggiunto il numero di 3000 foneros, in continuo aumento e non c’è bisogno di presentazioni per Skype, mentre numerosi produttori di hardware stanno immettendo sul mercato nuovi modelli di telefonini wi-fi per telefonate voip. Presumibilmente la rete aumenterà anche a causa della formidabile offerta di FON che consente di acquistare un router wi-fi a soli 5 euri

Oltre al noto NetGear stanno per uscire:

  1. Belkin WiFi Phone
  2. Edge-Core WiFi Phone
  3. SMC Wi-Fi Phone

L’unico problema per FON rimane ancora l’incognita legale in quanto un privato non potrebbe in teoria concedere una connessione internet a terzi poichè rientrerebbe nella regolamentazione dei provider di accesso, molto ferrea e rigida.

Lo staff di Fon sta prendendo accordi nei vari paesi europei con i gestori di connettività locali, ed anche in Italia. Vedremo cosa succederà.

316

Link Popularity: Incrementare Rank e Posizionamento nei Motori di Ricerca

Webmasters e publishers indipendenti che pubblicano i propri contentuti sperando di raggiungere un rank elevato nei motori di ricerca, specialmente in Google, scoprono molto presto che l’obiettivo è più arduo di quanto ipotizzato inizialmente in quanto Google, Yahoo, MSN ed altri motori basano il rank su un livello di autorevolezza del sito e delle informazioni in esso contenute.

Tale livello di autorevolezza viene calcolata in base a quanto i contenuti soddisfano le ricerche che gli utenti eseguono nei motori di ricerca.

Photo Credit: Erkin Sahin
Photo Credit: Erkin Sahin

Cosa è la Link Popularity

Molti pensano che la Link Popularity corrisponda al numero di link presenti in rete verso il proprio sito, ma non è esattamente così. E’ più importante il tipo di sito che linka al proprio, se esiste un link reciproco e se tali link possano essere identificati come servizi a pagamento. E Google sta differenziando sempre di più i link tra qualitativi e non-qualitativi rendendo tale differenza determinante per il calcolo del rank.

Si parte da un concetto molto semplice: se un sito ha molti link in rete si presuppone che abbia dei contenuti validi, per cui sono gli altri che ne determinano l’autorevolezza.

Molti webmasters e specialisti in promozione nei motori di ricerca (SEO) forzano questo concetto scambiandosi link in maniera arbitraria rendendo pertanto il numero di link di un sito internet un parametro non più rappresentativo dell’autorevolezza dei contenuti. In poche parole si bara, e Google è corso ai ripari negli ultimi aggiornamenti degli algoritmi di ricerca proprio per evitare questo tipo di manipolazione.

Che conseguenze per il mio sito?

I link reciproci pertanto sono sempre meno considerati da Google, quelli a pagamento assolutamente ignorati, quindi meglio non spendere soldi per acquistare links su altri siti, anche se con rank elevato. Anche i link Run of Site sono sempre meno considerati, e sono quei link presenti un tutte le pagine di un sito (generalmente inclusi nei template).

Link di qualità

Quindi come è possibile incrementare il proprio rank tramite links esterni? E’ la scoperta dell’acqua calda. Basta sviluppare contenuti di qualità ed utilizzare

Generalmente il tipo di contenuti che premiano di più da questo concetto sono articoli e recensioni di prodotti o servizi. E’ sempre bene pertanto includere nel sito a completamento di offerte o prodotti, anche contenuti di tipo informativo.

Più links esterni diretti verso pagine differenti di un sito sono sintomo di una attenzione spontanea della rete verso i propri contenuti, pertanto sono considerati link di qualità e probabilmente molto vantagiosi per il calcolo del rank.

314

Email, browser e telefono VoIP nella penna USB: la portabilità diventa integrale

L’avvento dei nuovi dispositivi di storage portatili quali le penne USB sono divenuto un eccezionale strumento che risolve il problema della portabilità dei dati. Iniziano a fioccare numerose le applicazioni di gestione dati e software VoIP installabili o pre-installati in penne USB e memorie Flash, quindi portatili a tutti gli effetti e accessibili da qualsiasi PC.

Grazie alle memorie di massa USB e Flash dati e applicazioni si stanno svincolando definitivamente dallo strumento diventando accessibili e utilizzabili su qualsiasi computer.

Photo Credit: Keith Syvinski
Photo Credit: Keith Syvinski

Ecco un set di strumenti e programmi che è possibile utilizzare su una chiavetta USB portatile.

Password Manager

E’ un semplice software sviluppato da una azienda italiana rilasciato gratuitamente e a sorgente aperto (OpenSource, licenza GNU).

E’ possibile installarlo direttamente su una chiavetta USB o su un supporto di memoria Flash. E’ possibile archiviare qualsiasi tipo di accunt; siti internet, PIN di sicurezza e quant’altro. Gli account vengono criptati con algoritmi particolari utilizzando come chiave di criptazione una parola di vostra scelta. Sempre utile utilizzare chiavi con almeno 8 caratteri o più, alternando lettere, numeri e caratteri speciali.

In questo modo si risolverà definitivamente il problema di ricordarsi password ed account vari. Basterà inserire la chiavetta nella presa USB, lanciare il programma e leggere l’account desiderato.

- Password Manager Download

Torpark – Navigazione anonima su USB

Anche la possibilità di navigare in anonimato diventa portatile grazie a Torpark installabile su chiavetta USB o memoria Flash.

Una volta scaricato e salvato sulla chiavetta USB sarà sufficiente inserirlo in un qualsiasi PC, lanciarlo e imposterà una connessione alla rete TOR creando un tunnel criptato dal PC in uso verso un host della rete TOR (clicca qui per saperne di più su TOR).

Anche Torpark è gratuito, ma al momento è disponibile solo in inglese.

Vonage V-Phone – Software e telefono VoIP in una chiavetta USB

Il V-Phone è una chiavetta USB che ha preinstallato il software VOIP di Vonage, azienda specializzata in VoIP. Ma non solo. La chiavetta USB stessa è un telefono VoIP con standard SIP. E’ disponibile ad un prezzo di circa 40$ con software preinstallato ed un numero telefonico per chiamate in entrata. Disponibili anche numero distrettuali delle principali città italiane.

Si inserisce la chiavetta USB nella presa del computer, si lancia l’applicazione in essa preinstallata e dopo la procedura di autenticazione si utilizza la chiavetta stessa come telefono per parlare. Segue un video dimostrativo (senza audio):

- Home Page V-Phone
- Vonage Home
- Fonte: masternewmedia.org

MozUp – Inviare e ricevere email da penna USB

Chi come me è costretto a lavorare con molti computer (la mia posta elettronica è sparpagliata su 5 macchine diverse!) sa quanto sia comodo centralizzare la gestione della email, dei link ed altro.

MozUp è un progetto incredibilmente utile. Installa sulla penna USB il browser (Firefox, neanche a dirlo), il client di posta (Thunderbird) , un editor HTML ed un semplice calendario.

Installarlo su una chiave USB vuol dire portarsi dietro l’ufficio come un portachiavi. E’ gratuito e disponibile in inglese ed italiano.

- MozUp download
- Home page di MozUp

313

TOR Privoxy e Firefox: navigare anonimi è un dovere. Il controllo totale è già in atto

La navigazione web anonima viene in genere sempre ed erroneamente associata a comportamenti illegali. Non è così.

Navigare in anonimato non serve per compiere azioni contro la legge, al contrario per evitare che le proprie informazioni connesse con la navigazione vengano utilizzate per identificare illegalmente noi e la nostra famiglia attraverso operazioni di profilazione molto, molto più diffuse di quanto tu non creda.

Pertanto:

  • L’anonimato in internet serve per infrangere la legge senza essere scoperti per proteggere la nostra privacy da azioni illegali di profilazioni degli utenti atte ad identificare dati personali sensibili

Photo Credit: Saivann
Photo Credit: Saivann

Siamo tutti spiati

Per esperienza so che la maggior parte delle persone reagiscono a questo tipo di problematiche con superiorità, sufficenza e sarcasmo ed affermano in genere se non ho nulla da nascondere non c’è motivo di preoccuparmi.

Niente di più irresponsabile, per sè e per la propria famiglia. Non siamo noi ad avere qualcosa da nascondere, ma coloro che ci profilano come cavie.

Total Information Awareness: intercettare il web

I social network sono entrati a pieno titolo nel terreno di caccia ai dati delle persone da parte nella National Security Agency americana. Per social network intendo quelle community composte da utenti che possono interagire tra loro attraverso programmi di messaggistica, forum, guestbook e quant’altro. In genere è possibile selezionare i propri amici creando di fatto un vero e proprio network di relazioni sociali. Alcuni di questi network sono Orkut e Frappr.

Il Total Information Awareness è un piano di monitoraggio di tutte le comunicazioni che avvengono nei social network come Orkut ad esempio. In tal modo è possibile in maniera relativamente semplice identificare ogni utente e sapere:

  • Quali sono i sui amici
  • Il proprio lavoro
  • con chi esce
  • cosa mangia
  • la musica ascolta
  • se tradisce il proprio partner
  • religione
  • orientamento sessuale
  • usi e abitudini, sapere dove si trova in determinate ore, dove lavora ecc.

Terrificante. Tutto questo è già in atto. Ovviamente nel caso del social networking non è sufficiente navigare anonimamente, ma limitare al minimo indispensabile le informazioni che si rendono pubbliche.

Come navigare in anonimato

E’ molto semplice. Proprio la conoscenza condivisa ed il social networking stanno tentando di generare per reazione degli anticorpi a tutto ciò. Esiste un sistema di navigazione anonima chiamato TOR che ci consente di ‘sparire’ dal traffico della rete identificabile.

Il sistema più semplice è:

  1. Utilizzare Firefox
  2. Installare l’applicazione Tor e Privoxy
  3. Installare l’apposita estensione di firefox che con un click ci permetterà di attivare TOR e navigare anonimamente.

Tor è utilizzabile anche con altri Browser, ma in fatto di sicurezza Firefox dovrebbe essere una scelta obbligata. L’applicazione Tor e Privoxy si scarica da qui ed è disponibile per quasi tutti i sistemi operativi. Se si dispone di Windows consiglio caldamente di installare il pacchetto combinato Tor, Privoxy e Vidalia.

Una volta installato Tor, sarà possibile abilitarlo e disabilitarlo utilizzando l’apposita icona nella barra di stato. Non basta però, dobbiamo fare in modo che Firefox utilizzi la rete TOR per la navigazione. Possiamo installare l’estensione TorButton per Firefox. Una volta installata, nell’angolo in basso a destra di Firefox apparirà un pulsante che ci consentirà di navigare utilizzando TOR, oppure normalmente.

Come funziona TOR

Quando si naviga, si invia una email o si chatta, le informazioni viaggiano in pacchetti costituiti da intestazione e corpo del messaggio. L’intestazione contiene dati inerenti mittente, destinatario e percorso di instradamento in rete.

Quando si invia una email, o si naviga nel web, non raggiungiamo il destinatario direttamente ma rimbalziamo da un server all’altro, esattamente come per andare in treno da Roma a Milano rimbalzo per Firenze e Bologna.

Questo è ciò che succede: ogni server intermedio tra mittente e destinatario che viene attraversato dal nostro pacchetto trattiene l’intestazione, esattamente come se qualcuno faccia una foto al nostro biglietto e alla nostra faccia ogni volta che ci fermiamo a Firenze e a Bologna.

Pertanto anche su uno solo dei nodi che il notro pacchetto ha attraversato contiene la nostra informazione, provenienza e destinazione.

Tor agisce per evitare questo; distribuisce il percorso delle informazioni viaggianti in rete in maniera tale da fare in modo che nessuno dei nodi di attraversamento contenga tutte le informazioni del nostri pacchetto. Fa anche in modo che il nostro percorso sia quanto più articolato possibile.

Come se per andare da Roma a Milano in treno strappassimo il biglietto in 10 pezzi differenti, e attraversassimo 10 città differenti, in ognuna delle quali ci viene fotografato solo uno dei dieci pezzi del biglietto. Cambiando inoltre percorso ogni volta che facciamo il viaggio, in maniera tale che le 10 città siano sempre diverse.

Una maggiore consapevolezza

E’ ora di prendere i faciloni della rete dal sorriso e dal sarcasmo facile, metterli a sedere e tentare di fargli capire che non è più un gioco e non si tratta di paranoia e dietrologia. Proteggere le nostre informazioni e quelle della nostra famiglia è un dovere, perchè il tentativo di controllo totale è già in atto.

E per quanto riguarda i social network sono una grande innovazione, ma come già ripetuto da Paul Marks nel suo splendido articolo, oltre a cliccare sul tasto submit, iniziamo qualche volta ad utilizzare anche il tasto delete.

312

Accoona.eu, arriva il nuovo motore di ricerca semantico

Update: Il progetto Accoona è stato chiuso.


Accoona è un nuovo motore di ricerca creato dall’ominima società irlandese specializzata in intelligenza artificiale. Almeno nelle intenzioni, come dichiarato dal COO Alessandra Coderoni, Accoona dovrebbe essere il primo motore di ricerca semantico ma come vedremo per il momento sembra solo una intenzione.

Caratteristiche principali di Accoona

La home page è essenziale come si addice ad ogni buon motore.  La lingua di utilizzo del motore viene determinato automaticamente, per cui gli utenti italiani visualizzaranno immediatamente la home page italiana. Ciò che salta subito all’occhio è la possibilità di effettuare ricerche su:

  • Web
  • Aziende
  • News

Risultati della ricerca

I risultati delle ricerche effettuate su Accoona sono immediatamente affinabili grazie a menù posti nella parte destra della pagina che consentono di estrarre infromazioni dai risultati o restringere ulteriormente la ricerca con i seguenti parametri:

  • Localizzazione geografica
  • Persone fisiche citate nei risultati
  • Aziende citate nei risultati
  • Fonti che hanno restituito delle corrispondenze

Accoona, semantico o lessicale?

Un motore di ricerca semantico è un motore che utilizza le keywords o la keyphrase per capire cosa l’utente stia cercando al di là dei termini utilizzati. Al momento invece quasi tutti i motori di ricerca sono lessicali: si limitano a ricercare le keywords e la frase di ricerca.

A detta dell’azienda Irlandese Accoona dovrebbe essere il primo motore di ricerca semantico. Se così fosse, utilizzando keyphrases diverse con lo stesso senso ci dovremmo aspettare, se non risultati identici, per lo meno simili. Ma sembra che non sia esattamente così come illustrato nell’interessante articolo di Federico Riva.

Anche da un semplice test che ho effettuato la ricerca semantica non sembra molto affidabile, oppure non è semantica affatto. Ho infatti eseguito una ricerca in italiano con due key-phrases differenti dallo stesso significato:

  • tv via internet
  • vedere la tv in internet

Una ricerca semantica mi avrebbe dovuto restituire risultati almeno simili, ma a parte il sito al primo posto, gli altri sono differenti, ed in alcuni casi è lampante il fatto che alcuni risultati siano stati restituiti con una ricerca lessicale visto l’argomento di alcuni siti molto distante dal senso delle frasi di ricerca, ma con termini e frasi corrispondenti. Probabilmente sarà affinato e migliorato, e come ogni nuova iniziativa va supportata con entusiasmo e ottimismo.

Approfondisci